Make your own free website on Tripod.com

link6 | Link7 | Link8 | Link9 | Link10  | link11         | Link12

 

27 novembre 2002

Domenica, primo giorno di un settembre 2002 strano, iniziato in maniera incolore e finito in un pronto-soccorso di un ospedale di Monza, il San Gerardo, attaccato a una quantità di elettrodi lottando tra la vita e la morte nel bel mezzo di un infarto.
 

E' la mattina del 27 novembre del 2002, il giorno del ricovero per l'intervento cardio-chirurgico, al San Gerardo. Ha piovuto dal giorno 11 novembre ininterrottamente, giorno e notte e tutto si è allagato in città e la grande fogna a cielo aperto, il Lambro, che attraversa Monza l' ha divisa tutta in zona nord e zona sud, in mezzo un lago che nella notte pare abbia fatto anche una vittima. Noi dobbiamo raggiungere l'ospedale alle otto di questa mattina, ma dobbiamo andare ad attraversare al ponte di San Rocco che è quasi a Sesto San Giovanni, l'unico percorribile. Tutti in fila decine e decine di macchine per raggiungere questo unico valico....alle 10 del mattino siamo in ospedale in attesa che si liberi un letto per poter essere preso in carico dall'ospedale. Nel frattempo una nervosissima infermiera, che avrà avuto lo stesso mio problema per arrivare, mi fa i prelievi di sangue di rito in zona letti. Un dottore mi viene ad "intervistare"riempiendo un voluminoso dossiè, spiegandomi i vantaggi e i rischi dell'intervento che dovrebbe aver luogo di lì a due giorni, il venerdi successivo. In questo ospedale tutte le operazioni vengono programmate ogni venerdi. Il mio intervento, salta venerdi, sabato......e forse si effettuerà il mercoledi successivo, i giorni ormai passano uguali uno dietro l'altro in ospedale in attesa. Mia madre è venuta da Chieti a tener compagnia a Donatella che dal giorno dell'infarto non mi ha abbandonato neanche un giorno.

 


4 dicembre  2002

Lintervento da fare è la sostituzione della valvola Aortica e un bypass coronarico per riossigenare una parte del cuore sofferente per un restringimento del 75 %

“…..La valvola aortica e' posta tra il ventricolo sinistro e l'arteria aorta. Il ventricolo sinistro e' la parte del cuore che ha il compito di pompare il sangue ossigenato a tutto il corpo attraverso l'aorta. La valvola aortica si apre durante la sistole ventricolare (cioe' nel momento in cui il cuore si contrae per pompare), lasciando passare il sangue nell'aorta, e poi si richiude, impedendo al sangue di ritornare nel ventricolo durante la diastole (cioe' durante la fase di rilasciamento e riempimento che precede la contrazione successiva. In questo disegno l'aorta e' colorata in rosso e la valvola si trova all'inizio dell'aorta, nel bulbo.  "  

 

>>>>>>>